Corso Neurofeedback

Home / Corso Neurofeedback

Corso intensivo teorico-pratico di Neurofeedback

FONDAMENTI DI NEUROFEEDBACK E BIOFEEDBACK:
strumenti di valutazione e di intervento nella pratica clinica, sportiva e riabilitativa.

Docenti: Dott. Marco Rotonda, Dott. Bruno Demichelis, Dott. Riccardo Cassiani Ingoni

CORSO TEORICO-PRATICO

Corso teorico e pratico rivolto principalmente a psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, neuropsicologi, ma anche medici generici, pediatri, logopedisti, preparatori atletici, ecc.

IL CORSO MIRA A FORNIRE LE BASI TEORICO-PRATICHE PER L’IMPIEGO DEL NEUROFEEDBACK (NFB), DEL BIOFEEDBACK (BFB) E DEL TREMORE NEUROGENO APPLICATO (TNA) IN DIVERSI AMBITI DI INTERVENTO RIVOLTI AL BENESSERE E ALLA PEAK PERFORMANCE.

Queste tecniche vantano decenni di ricerca alle spalle. Dalla fine degli anni ’50 negli ambienti di ricerca si incomincia ad utilizzare l’elettroencefalografia per modulare gli stati mentali. A partire dagli anni ’70 il neurofeedback e il biofeedback catalizzano l’attenzione dei ricercatori in psicofisiologia. Durante gli anni ’90, l’avvento dei personal computer ed una tecnologia sempre più a buon mercato, fanno approdare queste tecniche al mondo clinico e sportivo.

A livello teorico e pratico il corso mira a presentare varie tecniche e diversi approcci alla materia. Marco Rotonda e Riccardo Cassiani Ingoni, attivi in questo settore dal 2007, si propongono di trasferire il proprio know-how per garantire le corrette competenze in questo settore e supportare gli operatori di bio-neurofeedback nello svolgimento della propria professione. Quest’anno il programma include la gradita partecipazione del Dott. Bruno Demichelis, pioniere e grande esperto del bio-neurofeedback, con la sua innovativa metodica di biofeedback applicata alla psicofisiologia della respirazione, che rappresenta l’unione tra la fisiologia del respiro e la scienza comportamentale.

Il corso è composto da 5 fine settimana (tot. 10 giorni, circa 60 ore di formazione). Nelle giornate si alterneranno momenti di pratica e di teoria per consolidare con la pratica le nozioni impartite.

La parte pratica sarà effettuata con vari tipi di hardware e di software disponibili in commercio. Durante il corso, inoltre, verranno fornite indicazioni personalizzate sulla migliore soluzione hardware-software per le specifiche esigenze del partecipante. Le apparecchiature utilizzate saranno di un’ampia fascia per soddisfare sia coloro che cercano un entry level che per i più esigenti (ad esempio, l’utilizzo dei nuovi elettrodi a secco e di amplificatori wireless).

I valori aggiunti di questo percorso formativo sono:

  • l’ampio spazio dedicato alla pratica per impadronirsi concretamente della tecnica bio-neurofeedback con numerose soluzioni operative;
  • l’importanza data ad una qualche forma di brainmap (qEEG normativo o Mini-Q), su cui basare il neurofeedback training, quindi non solo su protocolli precostituiti ma sulla situazione specifica del cliente;
  • la possibilità di mettere in pratica da subito le nozioni apprese;
  • l’integrazione tra alcune delle più aggiornate metodiche di intervento sulla sfera psicofisica della persona.

Iscrizione Corso

1490€
Il costo include la quota annuale associativa ad AIRNP come socio ordinario 2018.

Per iscriverti, scarica (dalle doppie freccie in alto a destra), compila ed invia il modulo, unitamente alla copia del bonifico, in allegato e-mail a: organizzazione@airnp.it

Modulo I. Introduzione generale al neurofeedback.

Modulo I - Introduzione al neurofeedback 

SABATO 24 MARZO: 14.30-19.30; DOMENICA 25 MARZO: 9.00-13.00/14.30-17.30

  • Cenni di neuroanatomia e di neurofisiologia.
  • Principali tecniche di analisi elettroencefalografica: Fourier, Wavelet e recenti evoluzioni (EMD).
  • Cenni storici e pratici sul biofeedback (bfb), neurofeedback (nfb) e sui DataBase normativi di q-EEG: i differenti approcci e le ultime evoluzioni.
  • I principi di base e la strumentazione per l’acquisizione del segnale EEG.
  • I sistemi di localizzazione 10-20, 10-10, 10-5.

Parte pratica

  • Identificazione dei siti di registrazione secondo i sistemi 10-20, 10-10, 10-5.
  • Set-up dell’hardware e applicazione degli elettrodi.
  • Registrazione del segnale EEG a 2, 4, e 19 canali.
  • Troubleshooting.

 

Modulo II. Il training

Modulo II: training neurofeedback

SABATO 14 APRILE: 14.30-19.30; DOMENICA 15 APRILE:9.00-13.00/14.30-17.30

  • Principi di training dell’EEG.
  • I pattern EEG caratteristici in: ansia, stress, disturbo post-traumatico, ADHD, disturbi dell’apprendimento, depressione, problemi del linguaggio, concentrazione, peak performance, ecc.
  • Principi di selezione dei protocolli e stesura di un programma di training.

Parte pratica:

  • Sessioni pratiche di neurofeedback training di base.
  • Troubleshooting.

Modulo III. La Brainmap

Modulo III: Brainmap

SABATO 5 MAGGIO: 14.30-19.30; DOMENICA 6 MAGGIO: 9.00-13.00/14.30-17.30

  • Indicatori di stato nell’EEG e artefatti nel segnale.
  • Introduzione a Matlab per l’eliminazione manuale degli artefatti (eeglab e fieldtrip) o con toolbox avanzati.
  • Acquisizione e integrazione della brainmap per valutazione neurofisiologica e neuropsicologica del cliente: i database internazionali.
  • Mini-Q.
  • TQ Assessment (https://brain-trainer.com): analisi, integrazione ed interpretazione dei dati EEG a 2 o 4 canali.
  • BrainDX (http://braindx.net): analisi, integrazione ed interpretazione dei dati EEG a 19 canali.

Parte pratica

  • Analisi del segnale e eliminazione degli artefatti.
  • Interpretazione della Brainmap per la stesura di un programma di training.
  • Troubleshooting.

Modulo IV. Approfondimenti pratici e riscontro sulle nozioni apprese.

Moduli IV e V: Laboratorio di Respiratory Fitness

SABATO 9 GIUGNO: 14.30-19.30; DOMENICA 10 GIUGNO: 9.00-13.00/14.30-17.30

SABATO 7 LUGLIO: 14.30-19.30; DOMENICA 8 LUGLIO: 9.00-13.00/14.30-16.30

 

L’ACQUISIZIONE DI COMPETENZA NELL’USO DEGLI STRUMENTI ADEGUATI PREPARA I PARTECIPANTI ALLA REALIZZAZIONE DI SESSIONI DI VALUTAZIONE BASATE SULL’ANALISI DEL COMPORTAMENTO DI RESPIRO. UN’ENFASI SPECIALE È POSTA SULLA PSICOFISIOLOGIA DEL RESPIRO CHE INCLUDE LA CAPNOGRAFIA, L’HRV E L’ELETTROMIOGRAFIA.

TEORIA e PRATICA:

  • Analisi comportamentale del Respiro Disfunzionale: interviste di valutazione e test di valutazione;
  • identificare le abitudini di respiro disfunzionali e i loro effetti;
  • progettare protocolli di analisi personalizzati per i clienti con abitudini di respiro disfunzionali;
    formulare piani di apprendimento che tengono insieme la fisiologia e la psicologia per realizzare sessioni di valutazioni centrate sull’apprendimento del cliente;
  • utilizzo delle tecnologie di biofeedback: capnografia, l’HRV e elettromiografia;
  • servizi di Apprendimento Respiratorio.

Modulo IV. Approfondimenti pratici e riscontro sulle nozioni apprese.

INTRODUZIONE PRATICA AL

Tremore Neurogeno Applicato

DOMENICA 8 LUGLIO: 17.00-18.30

Il TNA è una metodica di riflessoterapia concepita per alleviare le tensioni muscolari da stress. Il metodo introduce un approccio corporeo fruibile sia dall’operatore che dal cliente.